Pubblicato da: andreamessori | 9 giugno 2008

Modifica as BRONDI FX-10

Buona serata a tutti!
Scrivo questo post per segnalare che sul Blog di Alex Mellillo, c’è una modifica per il Brondi FX-10 che potrebbe interessare a molti. Inserisco qui l’immagine della modifica e il link al suo blog.

La modifica consiste nell’eliminare un condensatore per eliminare il roger beep e nel sostituire una resistenza ed un condensatore per migliorare la qualità della modulazione.
Buona modifica a tutti!

L’immagine è stata presa da http://alexmelillo.altervista.org/pmr446/mods.html

About these ads

Responses

  1. si grazie della modifica, ma per fare la modifica al alan g7 per la potenza di 3W ho le istruzioni ma vorrei portarla bassa potenza 0.5W alta potenza 1W è possibile?

    grazie di eventuali risposte

  2. Recensioni e Modifiche
    Midland G7 e G7XT

    Il Midland G7 è un apparato misto PMR446 ed LPD dotato di un buon numero di funzioni tra le quali vi sono: la chiamata selettiva con toni sub audio, la vibrazione, la possibilità di utilizzare normali batterie (4 formato AA) o un apposito pacco batterie. Dal 2008 è stato sostituito con il modello similare G7XT. La qualità di costruzione e di progetto sono abbastanza buone, soprattutto se riferite ad altre radio simili esistenti in commercio e di fattura molto più economica.
    Si presta ad alcune modifiche, facilmente eseguibili, che possono migliorarne le caratteristiche. Si ricorda che eseguendole decade la garanzia della casa ma, soprattutto, l’omologazione CE. In tal caso la radio non è più utilizzabile liberamente se non per coloro che, in possesso di patente di radioamatore, possono usare le frequenze LPD considerando che ricadono in banda radioamatoriale.

    Smontare la radio svitando le viti poste al di sotto del coperchio batterie. Aprire la radio con attenzione prima in basso e poi nella parte alta facendo leggermente forza nella parte vicina all’antenna, non è necessario togliere le manopole dei potenziometri. Individuare all’interno i ponticelli indicati in foto (nella prima il G7, nella seconda il G7 XT) composti da piccole goccie di stagno che cortocircuitano due piazzole adiacenti o da collegamenti con reofori.

    Per richiudere la radio accostare le due parti prima nella zona inferiore e poi nella parte superiore. Per una chiusura completa è necessario esercitare una leggera pressione (vedi foto) nelle vicinanze dell’antenna dove sono posizionate due linguette a scatto.

    Impostazioni
    Il funzionamento della radio può essere impostato attraverso JP1 e JP2 nel modo seguente:

    JP1 JP2 Modo
    0 0 LPD bassa potenza
    0 1 PMR bassa/alta potenza + LPD bassa potenza (default)
    1 0 PMR bassa/alta potenza
    1 1 PMR + LPD bassa/alta potenza

    0 ponticello chiuso – 1 ponticello aperto

    Si consiglia la modifica 1 1 che consente la selezione della potenza d’uscita anche in modalità LPD. Utilizzare un piccolo saldatore o in mancanza un trincetto o cacciavite per asportare la goccia di stagno di JP1. Procedere con molta cautela senza danneggiare i componenti adiacenti. Nel G7XT è sufficiente tagliare il ponticello di collegamento.

    La Midland produce anche la versione G7L, solo LPD, e la G7E, solo PMR, di questa radio. Evidentemente l’unica cosa che cambia è la serigrafia esterna del modello per il resto è sufficiente configurare opportunamente in fabbrica i ponticelli interni.

    Potenza
    Il ponticello JP3 consente di aumentare la potenza in uscita nel modo e con i valori seguenti:

    JP3 Bassa potenza Alta potenza
    0 LPD 10mW
    PMR 10mW LPD 500mW
    PMR 500mW
    1 LPD 500mW
    PMR 1.5W LPD 3W
    PMR 3W

    Si sconsiglia di portare JP3 in posizione 1, l’incremento di portata non è significativo, di contro le batterie si scaricano più velocemente, il finale ne risente maggiormente con probabilità di bruciarlo se si trasmette a lungo e con brevi interruzioni e per ultimo, ma non meno importante, ci si sottopone ad una maggiore dose di onde elettromagnetiche che, viste le frequenze in gioco, non sono poi tanto benevole.

    Connettore antenna
    L’antenna in dotazione, di tipo elicoidale, può essere facilmente rimossa dissaldandola. Al suo posto si può installare un connettore di tipo BNC o SMA che consente di collegare un’antenna migliore o il cavo di discesa di un’antenna esterna per uso mobile o fisso. Se si pensa di utilizzare solo le frequenze LPD si può collegare un’antenna UHF o bibanda di uso radioamatoriale, non adatta però alle frequenze PMR446.

    Manuali
    Midland G7 in italiano.
    Midland G7XT multilingua.

    ——————————————————————————–
    Autore: PianetaRadio.it
    Ultimo aggiornamento: 08/2008

  3. per le foto mi mandate un E-MAI con scritto sono ??? ci siamo scambiati messaggi sul forum, potresti inviarmi la modifica 3W per l’ alan G7?

    io rispondero certamente di si è manderò il file formato word.

  4. La G7 fa pena: ha molte funzioni ma la modulazione è scarsa e poco incisiva, lo squeltch automatico è poco sensibile e anche aumentando al massimo la potenza in molte situazioni lo squeltch si apre a strappi e si rende necessario disabilitarlo. La potenza max di 3W è pura utopia, si potrebbe ottenere se la batteria di serie fosse un po’ più seria e non da 800mA/h, forse si può arrivare a 3W con pile NUOVE duracell M3. Bisognerebbe poi sostituire la sua antenna con quella (modifica della casa-comunque illegale e se ti controllano sono cavoli amari) lunga che non serve per aumentare la potenza ma per aumentare la sensibilità ma è scomoda e comunque non è adatta alle 2 bande LPD e PMR.
    Il corpo della radio è molto plasticoso e poco resistente, il volume di ascolto e estremamente scarso e con un minimo di vento non si sente più nulla. A mio avviso soldi buttati (io li ho gia buttati). Ho ancora la “vecchia” alan 451R, un gioiellino semiprofessionale con un’ottima modulazione e un volume d’ascolto eccellente ottima anche per ambienti rumorosi. Sconsiglio vivamente di comprare un rottame come la G7 ma consiglio di comprere la HP450. Costa 150euro singola radio ma è UNA RADIO SERIA e lper i patiti della potenza può essere modificata (tramite PC) fino a 5W. In ogni caso ricordarsi che alzando la potenza non è detto che si facciano più chilometri, in realtà se ne fanno di più solo in campo aperto senza ostacoli e non nel deserto perchè i segnali radio si propagano meglio su terreno umido. Piuttosto è meglio ragionare in altri termini: si fanno gli stessi chilometri ma meglio, con una modulazione più incisiva e profonda che non risente dei disturbi ambientali. Buon QSO a tutti.

  5. coplimenti.esauriente.gradirei manuale in italiano midland g7 e imtek mt5050.grazie.saluti.

  6. ciao, ho una coppia di brondi fx 350 radio twin e volevo sapere se era possibile aumentare la potenza di uscita senza stravolgere l’antenna. l’uscita attuale è di 0,5 w e la danno per 10 km in campo aperto, ma visto che sono in montagna con gli ostacoli presenti arriva forse a 3 km.
    qualcuno mi puo’ aiutare, se è possibile , a risolvere il problema? con schemi e istruzioni………. grazie

  7. Ciao, non conosco i brondi fx 350 ma sono quasi certo che non si possa aumentare la potenza. Tieni conto che i G7, possono essere portati a 3W ma la batteria, a quelle potenze, dura poco, quindi, se ne fai uso in portatile, dovresti avere almeno una batteria di riserva. Le modifiche “passive” portano a risultati più modesti ma migliori da questo punto di vista.
    Se, invece, usi i PMR a casa per comunicare, per esempio, con amici o fidanzate, puoi sempre adottare il sistema della spira avvolta sull’antenna originarle e accoppiarla ad un’antenna direttiva. Questa modifica la trovi in questo blog.
    Ciao!

  8. Ciao, ottima guida per la modifica della g7xt.
    Ho però un dubbio: lasciando chiuso il ponte JP3 come suggerito e aprendo quindi solamente JP1 e JP2 (già aperto dalla casa) come cambia la potenza?
    Grazie

  9. Ciao, come è stato scritto qualche post fa, la modifica dei ponticelli jp1 e jp2 permette la scelta del modo di funzionamento tra solo PMR o PMR e LPD e la scelta (tramite menu) tra bassa potenza e alta potenza. Queste ultime saranno 10mW e 500mW. Quindi lasciando invariato JP3 la scelta è tra quese due potenze di uscita. Variando, invece, il ponticello JP3, potrai scegliere tra 500mW e 1,5W in LPD e tra 1,5W e 3W in PMR.
    Spero di essere stato esauriente.
    Ciao!

    Andrea

  10. Molto preciso!!!
    Grazie mille
    Flavio

  11. Salve, ho due ricetras. PMR FX-10, dopo un periodo di inutilizzo ho sostituito le batterie ed ho notato alla accensione che una delle due basi dopo una chiamata rimane sempre in fase ricezione per cui diventano inutilizzabili.
    Aprendo la custodia ho notato che il liquido delle batterie ha ossidato parte del circuito stampato. Ho pulito l’ossidazione ma il problema persiste, anche pulendo le zone di contatto pulzanti. Cosa posso fare oltre a quanto sopra ?
    Grazie se potete darmi qualche suggerimento.

  12. Beh, così su due piedi, la risposta non è facile. La pulizia è stata accurata? La possibilità che l’acido abbia rovinato qualche condensatore c’è, però al massimo, dovresti avere difficoltà di ricezione o di trasmissione, non la vera e propria mancanza della commutazione in trasmissione.
    Ti consiglio, dopo la pulizia di precisione con un oggetto appuntito (stando molto attento), l’uso di uno spazzolino da denti (vecchio, non quello che usi la mattina…) in modo da eliminare anche i residui polverosi dell’ossido. Dopodiché, verifica il contatto del ptt. Se non da segni di vita, non saprei cosa possa essere successo.

    • Grazie Andrea del consiglio, ti farò sapere il risultato. Saluti


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: